WSSP 300: Manuel Gonzalez trionfa

8 aprile 2019

Trionfo di Manuel Gonzalez con la Ninja 400 del ParkinGO Kawasaki oggi all’Argon MotorLand dove si è corsa la prima prova del mondiale Supersport 300.
Al termine di 11 giri indiavolati, con ben 36 moto in pista a creare un dinamismo pazzesco, il madrileno ha battuto in velocità sul rettilineo finale il francese de Cancellis (Yamaha), terzo Scott Deroue con la Kawasaki. Molto bene anche Filippo Rovelli che è risalito dalla 20esima alla 13 posizione, dopo essersi affacciato a lungo nella top ten. Tom Edwards ha concluso 19esimo, penalizzato dalla posizione di partenza assai delicata, in decima fila.
La gara è stata sempre vivivacissima. Al via il tailandese Hendra Pratama (Yamaha) ha cercato il contatto con Manu Gonzalez che gli ha lasciato brevemente il passo per poi riprendere il comando. Per tutti i giri in programma otto moto si sono sfidate per la vittoria. A penultimo passaggio è stato Bonoli (Yamaha) a prendere la testa seguito dal compagno di team de Cancellis, ma Gonzalez li ha fatti sfilare, attaccandoli e superandoli in staccata all’ultima curva e vincendo la volata sul francese.
Prossimo Round: 12-14 aprile Assen (Olanda)
Manuel GONZALEZ (ParkinGO Kawasaki Ninja N.18/SPA)- «Ho lavorato sodo per questo risultato. La gara della 300 è sempre molto difficile ma mi sono divertito molto a guidare nella bagarre. Molto impegnativo l’ultimo giro perché non è facile gestire la scia sul rettilineo finale, comunque sono riuscito a passare de Cancellis all’ultima curva e a vincere. Ringrazio il Team ParkinGO, gli sponsor e la mia famiglia a cui dedico la prima vittoria nel mondiale».
Edoardo ROVELLI (Team manager ParkinGO Kawasaki) – «Una vittoria speciale giunta al termine di una gara senza respiro dove erano 7-8 i possibili vincitori. Manuel Gonzales ha solo 16 anni e ha saputo gestirla da professionista, non facendosi coinvolgere nei numerosi contatti e gestendo benissimo il finale quando due Yamaha lo avevano sorpassato in scia. Molto bene anche Filippo e Tom che hanno compiuto numerosi sorpassi recuperando da una posizione di partenza arretrata. Ci vediamo in Olanda».

Pin It on Pinterest