Cross Country al via all’Italian Baja di Primavera

28 Febbraio 2019

Il Cross Country è in fermento. L’imminente start della stagione sta chiamando i protagonisti della serie tricolore a schierarsi al primo round, previsto questo fine settimana a Vidor, in provincia di Treviso. Gara inedita, dal format tradizionale delle due tappe, cinque settori selettivi ognuno da trenta e più chilometri da ripetere più volte ed anche in senso inverso. E’ l’Italian Baja di Primavera l’apertura del calendario, evento nato dalla “joint” tra Fuoristrada 4×4 Club Pordenone e Team Racing 4×4 appassionato gruppo di fuoristradisti trevigiani. Dal greto del Tagliamento in Friuli, si passa così a quello del Piave a cavallo dei comuni di Vidor e Crocetta del Montello. La competizione si svolgerà tra sabato 2, start alle 7.35 con tre settori selettivi, e domenica 3 marzo prevedendo la disputa di altri due settori selettivi sullo stesso tracciato precedentemente affrontato, ma proposto in senso inverso prima della bandiera a scacchi prevista alle 13.25. In gara vi sarà il meglio del fuoristrada nazionale, con un unica presenza straniera di Novak Darij e Grenoene Fabio a bordo di un Vw Amarok.
Le attese degli appassionati sono tutte per il rinnovato duello tra il campione in carica Lorenzo Codecà, quest’anno navigato dal pordenonese Mauro Toffoli sulla plruidecorata Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1, ed Elvis Borsoi, affiancato alla note da “Pellonen Stefanovjc” nell’angusto abitacolo del performante Mini All 4 Racing. Sfida che caratterizzerà tutta la stagione e che sarà arricchita dai tentativi di Andrea Tomasini, il giovane pordenonese che s’è confezionato un programma dalle sfumature vincenti. Dal cockpit del Toyota Toyodell, tricolore nel 2017 con Borsoi, il portacolori della North East Ideas concentrerà lo sguardo sull’obiettivo dello scudetto, lasciandosi navigare dall’esperto Angelo Mirolo, prestando però attenzione alle traiettorie che sarà capace di percorrere Claudio Petrucci. Il romano due volte campione tra i veicoli di serie, T2, entra nell’attico principale della serie al volante dell’Isuzu D-Max T1 dello Jazz Tech Off Road Team, affiancato alle note dal bresciano Paolo Manfredini. Tutte da scoprire saranno le prestazioni che sapranno offrire Andrea Castagnera e Dennis Dorigo col Nissan Navarra, oppure Manuele Mengozzi ed Erica Bombardini con l’inedito Suzuki Grand Vitara ed anche la trevigiana Margherita Lops, navigata da Elisa Tassile Elisa sull’Isuzu D Max.

Quanto siano veloci e competitivi, lo hanno ampiamente dimostrato negli anni passati vincendo uno il titolo del Gruppo T3 e l’altro il titolo tricolore tra i Side by Side. Entrambi a bordo di Yamaha Yzx 1000, da quest’anno il bergamasco Nicolò Algarotti, assieme a Roberto Marzocco per la scuderia MM Motorsport, ed il piemontese Amerigo Ventura, affiancato dal fratello Icaro, si ritroveranno uno contro l’altro a duellare per la categoria T3, soprattutto per il campionato assoluto. Sarà spettacolo puro, fatto di prestazioni fortissime alimentate anche dalla presenza di Rubens Visconti e Rigoletto Davide col Yamaha Yxz1000r del Team Utv Legion.

Anche i piloti dei veicoli di serie hanno più volte dimostrato elevata combattività, Petrucci infatti lo scorso anno s’è piazzato al secondo posto assoluto della classifica di campionato e Alfio Bordonaro e Bono Marcello si sono piazzati alle sue spalle. I siciliani, quanto i compagni di squadra nel CRAM Racing Team Marino Gambazza Chinti con Sandra Castellani sapranno portare i loro Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS al vertice della serie Tricolore, oltre che nel Suzuki Challenge, dove troveranno sicuramente spazio il motivato toscano Andrea Luchini, navigato dal torinese Piero Bosco, all’esordio a bordo del Grand Vitara della Poillucci Team per i colori dell’Island Motorsport. Desta particolare interesse il debutto dei Trivini Bellini nel Gruppo T2 e nel monomarca Suzuki, ed il rientro nel campionato Suzuki del rodigino Mauro Cantarello, assieme a Cristian Darchi Cristian, in rappresentanza della Scuderia Malatesta, tanto quanto il debutto del veneto Francesco Ceschin, che in coppia con il cremonese Simone Feraboli piloterà per la prima volta il Suzuki Grand Vitara.
Sarà il genovese Roberto Bozano a correre nella classe TM, andando alla scoperta delle prestazioni del Side by Side Can Am Maverik. Punta alla vittoria nel Gruppo TH, Simone Grossi. Con il navigatore Daniele Manoni, con cui da anni condivide l’abitacolo del Land Rover Defender, ambisce al titolo che ha sfiorato nel 2017 duellando con Augusto Grandi iniziando la rincorsa nel fine settimana all’Italian Baja Primavera. La pausa invernale è servita per portar evoluzione tecnica al possente fuoristrada inglese, ma anche il “consiglio” che potrebbe tradursi in un cambio d’auto nel prosieguo della stagione. Uno sviluppo nell’approccio alle gare del Cross Country, che potrebbe essere intrapreso in funzione della sfida che vedrà combattere l’equipaggio marchigiano con Rinaldo De Nardi, in coppia con Alessio Spiteri sul Mitsubishi Pajero, Francesco Giocoli e Sandro Pradal col Land Rover, ma anche con Sergio Galletti assieme a Fontana Sacchetti Toyota Hdj 80 Land Cruise

Pin It on Pinterest