Per Christopher Lucchesi ancora una stagione “tricolore”

28 febbraio 2019

Sarà di nuovo “tricolore”, la stagione di rally di Christopher Lucchesi, proseguendo così al meglio il proprio percorso di crescita tecnica e sportiva.
Il giovane figlio d’arte, 20 anni, reduce da un 2018 di alto profilo nel Campionato Italiano, disputato con l’Abarth 124 R-GT (secondo nel challenge ad essa riservato), ha deciso di riproporsi nel contesto più esclusivo dei rallies italiani, il Campionato Italiano, che andrà ad iniziare dalle strade amiche del Ciocco a fine marzo.
Lucchesi parteciperà alla serie tricolore con una Peugeot 208 R2 della Rally Experience, con la quale ha già disputato due gare, entrambe alla Ronde di Sperlonga nel 2017 e 2018, andando sempre a podio di classe.
Al fianco di Lucchesi, che sarà portacolori della Scuderia Rally Revolution+1, ci sarà di nuovo l’esperto copilota siciliano Marco Pollicino, rivelatosi elemento importante per la crescita tecnica del giovane di Bagni di Lucca ed insieme concorreranno per il titolo tricolore “due ruote motrici” oltre che al Trofeo monomarca Peugeot 208 RALLY CUP TOP, organizzato dalla Casa francese nel contesto del Campionato Italiano.
L’attività di Lucchesi Jr. avvierà questo fine settimana al 4° Motors Rally Show Pavia, che si svolgerà nella pista di Castelletto di Branduzzo (Pavia), con una Fiat Seicento Kit della savonese Effemme Autosport ed affiancato dalla giovane lucchese (17 anni) Sara Checchi, al suo primo rally in carriera. Si tratterà di una gara utile per “togliere la ruggine” dell’inverno e successivamente, a metà marzo, avranno luogo i test con la Peugeot 208 R2, in vista del primo appuntamento ufficiale del Ciocco.

CHRISTOPHER LUCCHESI: “Dopo un anno trascorso ai massimi livelli e con ampie soddisfazioni, era impensabile non riprovarci, nel tricolore. Quella del 2018 è stata un’esperienza altamente formativa sotto tutti gli aspetti, per cui abbiamo fatto il massimo sforzo possibile per esserci di nuovo e misurarsi con i meglio piloti d’Italia. Non tornare nel Campionato Italiano avrebbe voluto dire buttar via tanti momenti formativi creati per guardare lontano. Abbiamo scelto la 208 R2 perché la riteniamo vettura competitiva e di immagine grazie anche al monomarca che viene organizzato dalla Casa ed inoltre dalla Rally Experience e dalla Scuderia avremo tutto il sostegno necessario per provare a dire la nostra. Non sarà per nulla facile, ma proveremo a dar battaglia dalla prima all’ultima gara”.

Pin It on Pinterest